Detrazioni figli a carico 2024, come si calcolano e istruzioni per il 730

detrazioni figli a carico

Condividi questo articolo

Per i contribuenti con figli a carico, sono previste detrazioni speciali. Queste agevolazioni fiscali sono regolate dal Testo Unico delle Imposte sui Redditi (TUIR), aggiornato con il D.Lgs. 30 dicembre 2023, n. 216. In questo articolo esaminiamo le detrazioni per i figli a carico previste per il 2024 e altri dettagli utili.

Detrazioni per i figli a carico 2024: cosa sapere 

Attraverso il modello 730/2024, è possibile detrarre le spese relative ai figli a carico: tuttavia, con l’introduzione dell’Assegno Unico (AUU), le agevolazioni fiscali sono limitate ai genitori con figli di età pari o superiore ai 21 anni. Di conseguenza, in caso di figli sotto i 21 anni non si beneficia dello sconto sull’IRPEF, a fronte della presenza dall’Assegno Unico, prezioso strumento a sostegno delle famiglie erogato dall’INPS facendone domanda. 

L’Assegno Unico, introdotto il 1° marzo 2022 con la Legge Delega 46/2021, è un contributo mensile, il cui importo varia in base alle fasce ISEE dei richiedenti.  L’AUU non contribuisce alla formazione del reddito ai fini dell’IRPEF ed è quindi esente da imposte. Chi ha ricevuto la Certificazione Unica (CU) dall’INPS, contenente i dettagli dell’Assegno Unico, non deve indicare queste somme nella dichiarazione dei redditi. Nel 2023, le detrazioni per i figli e l’Assegno Unico hanno convissuto mentre, invece, quest’anno nel modello 730 relativo all’anno d’imposta 2023, le detrazioni per i figli sotto i 21 anni sono state eliminate. Di conseguenza, l’AUU ha sostituito le precedenti agevolazioni. L’unica eccezione riguarda le spese sostenute per i figli con disabilità di età pari o superiore a 21 anni. In questo caso, le detrazioni sono cumulabili con l’Assegno Unico. In tutte le altre situazioni, le detrazioni fiscali per i figli a carico sono riservate a quelli di 21 anni o più.

Quando spettano le detrazioni per figli a carico 2024

Un familiare, inclusi i figli, è considerato a carico quando il suo reddito annuale non supera i 2.949,51 euro lordi. Per i figli fino a 24 anni, il limite di reddito è di 4.000 euro. Sono considerati familiari a carico, anche se non conviventi con il contribuente o residenti all’estero, il coniuge non legalmente ed effettivamente separato e i figli, inclusi quelli naturali riconosciuti, adottivi, affidati o affiliati.

Entrambi i genitori hanno diritto alle detrazioni per i figli a carico, ognuno per il 50%. Tuttavia, in caso di separazione e mancanza di accordo tra le parti, il genitore affidatario ha diritto al 100% della detrazione, mentre nel caso di affidamento congiunto, la detrazione è divisa equamente al 50% tra entrambi i genitori. Quando un genitore è fiscalmente a carico dell’altro, la detrazione spetta interamente al genitore che lo ha a carico.

Dal 20 maggio 2024 al 30 settembre 2024 è possibile presentare la dichiarazione 730 precompilata 2024 tramite l’applicazione web all’Agenzia delle entrate. Nel modello 730/2024, le informazioni riguardanti figli o altri familiari a carico vanno inserite nei righi da 2 a 5. Nel calcolo delle detrazioni fiscali è necessario considerare parametri specifici come il reddito per detrazioni, utilizzato come riferimento per le agevolazioni fiscali, compresa quella per i figli a carico (rigo RN1 Col.1), l’eventuale deduzione per abitazione principale (rigo RN2), il numero di figli a carico e la percentuale spettante dell’ulteriore detrazione per famiglie numerose. Bisogna tener conto di tutti questi elementi per ottenere un calcolo accurato delle detrazioni fiscali: online sono disponibili dei calcolatori ad hoc.  Le variazioni del numero dei figli a carico e del reddito incidono sulle detrazioni portando alla riduzione dell’IRPEF lorda a carico del contribuente, che viene applicata in base a ogni scaglione di reddito. Sottraendo all’IRPEF lorda le detrazioni per figli si ottiene la tassazione a carico dell’interessato.

Per avere maggiori informazioni sulle detrazioni per i figli a carico o se cerchi un consulente del lavoro contatta lo staff dello Studio Riitano.

Scopri altri articoli

Il tuo successo è il nostro successo.

Studio di consulenti del lavoro a Milano specializzato in gestione del personale per piccole e grandi aziende.

Made with love by Very Content - Digital Agency.