Diritti del lavoratore ferie e permessi

Diritti del lavoratore ferie e permessi: può essere richiamato durante il periodo di assenza dal datore di lavoro?

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Permessi e ferie rappresentano la possibilità per il dipendente di assentarsi dal posto di lavoro senza che ciò comprometta la sua retribuzione. Mentre i permessi sono calcolati e vengono presi a ore, le ferie comprendono almeno un giorno o più giorni. Per quanto riguarda i diritti del lavoratore, ferie e permessi sono regolati in modo tale che siano tutelati gli interessi del dipendente, ma anche le esigenze aziendali.

Il datore di lavoro può imporre le ferie?

Le ferie servono ai dipendenti per ricaricare le pile e riposarsi recuperando tempo per se stessi e per i propri affetti. Lo prevede anche l’art. 2109 del Codice civile. La loro durata minima è pari a quattro settimane. I contratti collettivi possono allungare tale periodo, ma non ridurlo. Per quanto riguarda i diritti del lavoratore per ferie e permessi, relativamente alle prime in determinate condizioni il datore di lavoro può intervenire con alcune restrizioni. È il caso delle ferie forzate. Il datore di lavoro può imporre le ferie al lavoratore in specifiche situazioni, per esempio in concomitanza con chiusura aziendale e interruzione dell’attività o se l’azienda sta attraversando una crisi operativa non prevista. Volete sapere in quali altri frangenti possono essere disposte per legge le ferie obbligate? Rivolgetevi allo Studio Riitano, specializzato in diritto del lavoro.

Ferie e permessi in busta paga

Oltre a conoscere come funzionano i diritti del lavoratore per ferie e permessi, può essere utile sapere come sono indicati nel documento che certifica lo stipendio. Ferie e permessi, infatti, si trovano nella parte bassa della busta paga, insieme a dati previdenziali e fiscali, TFR e stipendio netto. Possono essere riportati direttamente in giorni o a ore. In quest’ultimo caso, per capire quanti giorni di ferie o permessi si sono accumulati, bisogna dividere l’importo delle ore per l’orario medio giornaliero svolto dal lavoratore. Le ferie maturano nel corso del rapporto di lavoro, anche se questo dura meno di 12 mesi o è in prova. I permessi invece maturano nella misura determinata dal contratto collettivo. In busta paga, oltre alle voci ferie e permessi, figurano anche i ROL (riduzione orario di lavoro), permessi retribuiti. Contattate Studio Riitano.

 

Facebooktwitterlinkedinyoutube