Contratto di solidarietà 2023: sgravio contributivo e tutte le ultime novità

contratto solidarietà 2023

Condividi questo articolo

Il contratto di solidarietà, introdotto con la Legge n.863/1984, è cruciale per la tutela dei lavoratori. Si tratta, infatti, di uno strumento di integrazione salariale che permette di preservare l’occupazione mediante la riduzione dell’orario lavorativo, evitando così la perdita totale della retribuzione del lavoratore.
Questo importante ammortizzatore sociale è stato oggetto di aggiornamenti recenti che esamineremo in questo articolo.

Contratto di solidarietà: come funziona e le sue peculiarità

I contratti di solidarietà, conosciuti anche come CDS, consistono in accordi stipulati tra il datore e le rappresentanze sindacali. Seconda la normativa vigente, possono assumere due forme distinte:

  • il contratto di solidarietà difensivo, che consiste in un accordo con oggetto la riduzione dell’orario di lavoro. In pratica mira al mantenimento dell’occupazione nei casi di crisi aziendale, permettendo all’impresa di garantire i posti di lavoro, evitando di ricorrere ai licenziamenti;
  • il contratto di solidarietà espansivo, che riguarda una riduzione dell’orario di lavoro allo scopo di favorire nuove assunzioni in azienda. In questo caso il focus è l’espansione occupazionale: si tratta di un’opzione non molto usata.

Nell’ambito dei contratti di solidarietà, la parte di retribuzione persa a causa della contrazione lavorativa viene compensata con un contributo Inps, pari all’80% dello stipendio non corrisposto. 

La riduzione massima prevista dal contratto non può superare il 60% in rapporto all’orario mensile, settimanale e giornaliero. La durata di questa tipologia contrattuale è massimo di 24 mesi, con proroga per altri 24 mesi. È il datore di lavoro ad anticipare il contributo, versato in busta paga, ma ci sono casi in cui l’Inps lo eroga al lavoratore direttamente.

Contratto di solidarietà 2023: le ultime novità

Il contratto di solidarietà ha quindi l’obiettivo di ridurre l’orario per evitare del tutto o in parte i licenziamenti.

In merito al termine per inoltrare le domande destinate alla riduzione contributiva per i contratti di solidarietà industriali questo decorre dal 20 novembre al 10 dicembre 2023. Per eseguire questa operazione è necessario ricorrere l’applicativo web “Sgravi CDS online”.

Questo è quanto comunicato sul portale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali lo scorso 23 ottobre. L’applicativo è operativo dal 2 novembre al 10 dicembre di ogni annoed è destinato alla pre-compilazione delle istanze: si trova nella sezione “Decontribuzione contratti di solidarietà industriali”.

Sotto forma di riduzioni contributive, la misura è concessa “in favore delle imprese che stipulino o abbiano in corso contratti di solidarietà difensiva di tipo A, per i lavoratori che in base a tale contratto siano interessati a una riduzione dell’orario di lavoro in misura superiore al 20%, l’impresa può chiedere la riduzione del 35% della contribuzione a carico del datore di lavoro”.

Per accedere all’applicativo web è necessario ricorrere alle credenziali SPID o CIE (carta d’identità elettronica) e il pagamento dell’imposta di bollo è consentito solo attraverso il sistema “PagoPA”, mediante l’apposita funzione integrata all’interno dell’applicativo stesso. Inoltre è stato specificato come l’applicativo web “non consentirà l’invio dell’istanza nel termine perentorio 30 novembre – 10 dicembre in caso di omesso pagamento dell’imposta di bollo con il sistema PagoPA”.

È importante tenere conto dei tempi tecnici necessari per il pagamento tramite PagoPA, in particolare in prossimità delle date di avvio e chiusura del periodo di presentazione delle istanze.

Per avere maggiori informazioni sul contratto di solidarietà e sulle ultime novità del 2023 rivolgiti allo Studio Riitano: contatta il nostro staff.

Scopri altri articoli

Il tuo successo è il nostro successo.

Studio di consulenti del lavoro a Milano specializzato in gestione del personale per piccole e grandi aziende.

Made with love by Very Content - Digital Agency.