partita iva agevolata

Da partita IVA con regime dei minimi a partita IVA agevolata per giovani: cosa è cambiato?

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Abrogato dalla Legge di Stabilità del 2016, il regime dei minimi è oggi in vigore solo in via residuale, mentre la partita IVA agevolata che è possibile aprire oggi consiste nel nuovo regime forfettario iva esente e con imposta sostitutiva del 15%. Per accedere a questo regime è necessario calcolare, in base alle soglie dei ricavi indicate dalla legge di Bilancio 2019, i codici di redditività del titolare oltre ad analizzare le caratteristiche e gli obiettivi a seconda della tipologia di attività, per avere un piano preventivo delle imposte che andranno versate.

Aprire una partita IVA come libero professionista

Per tutti coloro che lavorano in modo autonomo, aprire una partita IVA come libero professionista da sempre rappresenta una strada obbligata, scegliendo il regime fiscale più adatto alla propria attività e al proprio reddito. La partita IVA con regime dei minimi non è più in vigore, ma per aprire una partita IVA agevolata è possibile aderire al regime forfettario o in alternativa al regime IVA ordinario: per sapere a quale regime fiscale aderire, è necessario analizzare i requisiti sul sito dell’Agenzia delle Entrate oppure tramite un commercialista.

Come aprire una partita IVA agevolata: regime forfettario iva esente

Il regime forfettario, iva esente e con imposta sostitutiva del 15%, sostituisce e in parte migliora l’ex regime dei minimi, infatti non ha limiti di età come il precedente che era destinato esclusivamente a lavoratori autonomi fino a 35 anni di età. Inoltre, è vantaggioso per le start up poiché, oltre a non prevedere l’IVA, i costi dipendono da una percentuale fissa calcolata sui guadagni che spesso, durante il primo anno di attività, non arrivano a obiettivo. L’imposta sostitutiva riassume i costi generalmente previsti per regimi ordinari come IVA, IRPEF, addizionali regionali e comunali, applicando un’aliquota su una quota dei ricavi.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutube