Quanto dura e fino a che età è possibile il contratto di apprendistato

contratto-aprendisatto

Condividi questo articolo

L’apprendistato rappresenta un contratto di lavoro a tempo indeterminato finalizzato alla formazione e all’inserimento professionale dei giovani, come definito dall’art. 41 del D.Lgs. 81/2015. In questo articolo esamineremo in dettaglio le sue caratteristiche, inclusa l’età massima entro la quale è possibile stipulare un contratto di apprendistato.

Qual è il limite di età per l’apprendistato e altre peculiarità

Il contratto di apprendistato, definito dall’articolo 1 comma 1 del Testo Unico sull’Apprendistato, è una tipologia contrattuale particolare, poiché combina due elementi fondamentali: la prestazione lavorativa e l’attività formativa. Si tratta di un contratto a tempo indeterminato concepito per l’inserimento nel mondo del lavoro dei giovani compresi tra i 15 e i 29 anni, mirando contemporaneamente alla loro formazione.

In questo tipo di contratto, il datore di lavoro è responsabile di retribuire l’apprendista per il suo lavoro, in base alla sua esperienza maturata, e di fornire la formazione necessaria per acquisire le competenze professionali relative al ruolo e alle mansioni assegnate. Inoltre, è previsto che l’apprendista segua un percorso formativo individuale, il quale può essere svolto sia all’interno dell’azienda che presso enti esterni.

Il contratto di lavoro apprendistato è disciplinato dal Decreto Legislativo 15 giugno 2015 n. 81, che prevede tre tipologie di apprendistato:

  • l’apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore, rivolto ai giovani dai 15 ai 25 anni compiuti. Questa forma è finalizzata al conseguimento di una delle predette qualificazioni in ambiente di lavoro;
  • l’apprendistato professionalizzante, ovvero di secondo livello, destinato ai giovani dai 18 ai 29 anni compiuti. Questo tipo di apprendistato mira ad apprendere un mestiere o a ottenere una qualifica professionale;
  • l’apprendistato di alta formazione e ricerca, rivolto ai giovani dai 18 ai 29 anni compiuti. Questa forma di apprendistato è finalizzata al conseguimento di titoli di studio universitari e di alta formazione, inclusi i dottorati di ricerca e i diplomi relativi ai percorsi degli istituti tecnici superiori, per attività di ricerca e praticantato per l’accesso alle professioni ordinistiche.

Il contratto di apprendistato può essere avviato fino al giorno prima che il lavoratore compia 30 anni. Dopo un periodo di tre anni, se non vi è una interruzione del rapporto lavorativo, il contratto di apprendistato si trasforma automaticamente in un contratto subordinato a tempo indeterminato. Una caratteristica distintiva dell’apprendistato rispetto ad altre forme contrattuali è l’importanza della formazione.

Apprendistato professionalizzante: come funziona e quanto dura

Tra le diverse tipologie di apprendistato, vi è quello professionalizzante di secondo livello, rivolto ai lavoratori tra i 18 e i 29 anni. Tuttavia, possono accedere a questa tipologia anche i giovani di 17 anni che posseggono una qualifica professionale rilasciata dal sistema di Istruzione e Formazione.

L’apprendistato professionalizzante implica una formazione specifica dell’apprendista, sotto la guida di un datore di lavoro o di un tutor, mirata all’acquisizione di competenze in un settore professionale. Questo tipo di apprendistato prevede un periodo di prova di 3 mesi. La durata dell’apprendistato varia da un minimo di 6 mesi a un massimo di 3 anni, ma può essere esteso fino a 5 anni nel caso di formazione di tipo artigianale. Al termine del periodo di apprendistato, il lavoratore viene assunto a tempo indeterminato. Il contratto di apprendistato a tempo determinato è possibile e viene utilizzato da datori di lavoro che operano in cicli stagionali.

Il Decreto Legislativo 15 giugno 2015, n. 81 prevede l’assunzione con contratto di apprendistato senza limiti di età per i lavoratori disoccupati o in mobilità. In questo caso, l’apprendistato funge da strumento di qualificazione o riqualificazione professionale per il lavoratore e il datore di lavoro può beneficiare di sgravi contributivi e incentivi sulla retribuzione. L’apprendistato di secondo livello offre vantaggi economici significativi per le aziende, con un’aliquota agevolata che varia nel tempo e in base al numero di dipendenti, offrendo anche agevolazioni sui contributi Inps che in alcune regioni possono arrivare fino al 100%. Sono previsti incentivi e fondi per la formazione dei lavoratori.

La retribuzione nell’apprendistato è generalmente pari al 60% della retribuzione prevista per il livello di inquadramento, con un aumento progressivo fino al 100% nel corso degli anni. Le ore di formazione devono rappresentare almeno il 35% del tempo di lavoro. Gli apprendisti godono delle stesse tutele dei lavoratori dipendenti e possono beneficiare di agevolazioni fiscali e contributive da parte dell’INPS.

Per quanto riguarda la cessazione del rapporto di lavoro, nel caso dell’apprendistato professionalizzante, il datore di lavoro può interrompere il rapporto solo per giusta causa, rispettando i termini del preavviso. In caso di cessazione del rapporto di lavoro, l’apprendista ha diritto alla NASpI, anche se licenziato per giusta causa.

La giusta causa per la cessazione immediata del rapporto di lavoro nell’apprendistato include comportamenti gravi come furto, divulgazione non autorizzata di informazioni riservate e danneggiamento volontario di beni aziendali. Al termine dell’apprendistato, il datore di lavoro può interrompere il rapporto senza dover fornire una motivazione specifica. L’apprendista ha il diritto di dare le dimissioni volontarie, rispettando i termini di preavviso previsti dal contratto. Anche in caso di dimissioni volontarie con giusta causa, ad esempio nel caso di mancati pagamenti, l’apprendista ha diritto alla NASpI.

Per avere maggiori informazioni sul contratto di apprendistato rivolgiti allo Studio Riitano: contatta il nostro staff.

Scopri altri articoli

Il tuo successo è il nostro successo.

Studio di consulenti del lavoro a Milano specializzato in gestione del personale per piccole e grandi aziende.

Made with love by Very Content - Digital Agency.